venerdì 24 giugno 2011

QuìBrescia.it 24.6.11 "Calchere inquinato, un esposto"

red.) Legambiente Basso Sebino ha presentato un esposto per l’inquinamento del torrente Calchere, ricoperto da una patina marrone e da uno strato di schiuma riconducibile, secondo l’associaizone ambientalista, ai liquami di allevamento del bestiame posti a monte del corso d’acqua, in località Sulzano (Brescia). 
“Dopo i casi denunciati di presenza di solventi e di olii esausti trovati nel torrente torna a ripetersi, durante i fenomeni temporaleschi”, ha spiegato il portavoce Dario Balotta, “il versamento di liquami di bestiame. Un nuovo reato ambientale che oltre che inquinare il lago mette a repentaglio la salute pubblica anche perchè il Calchere sfocia nel lido balneabile di Sulzano”.
Il fenomeno è stato documentato in via Tassano (località Sulzano) presso il ponte di Via Dante Alighieri nel torrente Calchere, “in coincidenza con i temporali che si sono abbattuti su Sulzano si è manifestata la presenza di vaste zone schiumeggianti e di odori maleodoranti”. “Fenomeno questo”, prosegue il testo di Legambeinte, “che si ripete sistematicamente in presenza di precipitazioni temporalesche e già denunciato agli Enti in indirizzo (polizia di Stato, sindaco di Sulzano, Asl, Arpa, ndr.)”.
“La polizia provinciale con i tecnici dell’Arpa”, prosegue la nota dell’associazione ambientalista, “hanno potuto verificare lo stato di inquinamento del torrente e sono risaliti nella valle per accertare le origini del fenomeno.


IL GIORNALE DI BRESCIA ANCORA UNA VOLTA CI CENSURA!!!!

L'ESPOSTO ALLA POLIZIA CHI LO HA FATTO SE NON LEGAMBIENTE.


Esposto per sostanze inquinanti nel torrente Calchere

Nessun commento:

Posta un commento